facebook
instagram
whatsapp

INFO: 380.4737322  |  EMAIL: doulaenza@doulaenza.it

MENU

7 CONSIGLI PER PARTORIRE IN OSPEDALE COME A CASA

2022-09-01 09:00

Enza Doula Puericultrice

Gravidanza,

partorire in ospedale

Il parto in casa non è necessariamente accessibile a tutte le donne, sia per ragioni mediche, che economiche o semplicemente per paura di fare il grande passo.

Dove partorire

Il parto in casa non è necessariamente accessibile a tutte le donne, sia per ragioni mediche, che economiche o semplicemente per paura di fare il grande passo. Ma allora, come conciliare il parto in ospedale e il nostro desiderio di un parto in casa? Non sarà la stessa cosa, siamo d'accordo, ma possiamo comunque provare ad avvicinarci il più possibile per vivere un'esperienza appagante che soddisfi i nostri desideri.

 

1- Stabilisci un piano di nascita

Il piano del parto è l'ideale se si desidera un parto naturale, poiché permette di dichiarare tutte le proprie aspettative e desideri. L'équipe medica che avrà letto il piano del parto accompagnerà la madre nelle sue scelte in modo da permetterle di vivere l'esperienza del parto più soddisfacente possibile. Vi ricordo ugualmente che è comunque necessario rimanere realistici riguardo alle vostre aspettative, perché certe pratiche o certe richieste non possono essere eseguite, ad esempio per mancanza di attrezzature adeguate. D'altra parte, non aspettare fino alla fine della gravidanza per scrivere il tuo piano del parto, fallo abbastanza rapidamente in modo da poterlo discutere con la direzione sanitaria dove andrai a partorire.

 

2- Comunica al tuo partner i tuoi desideri

L’accompagnamento durante il parto e la gravidanza è fondamentale, ma è assolutamente necessario che tu sia sulla stessa lunghezza d'onda con il tuo partner per avere un supporto immancabile quando i tuoi dolori si fanno sentire. Non mettere da parte il tuo partner, spiegagli cosa ti aspetti dalla tua nascita, come lo vedi e soprattutto i motivi che stanno dietro le tue scelte. Se capisce, potrà supportarti meglio e aiutarti a non abbatterti. Può aiutarti a fare esercizi di rilassamento quando il dolore è presente, può anche fare in modo che il personale medico rispetti le tue scelte ed essere un intermediario tra loro e te.

 

3- Fatti sostenere da una doula

La doula di nascita consente ai futuri genitori di vivere l'esperienza di nascita più soddisfacente possibile. Ascolterà entrambi i genitori, rispetterà le vostre scelte, sarà un grande supporto durante il parto sia per la mamma che per il papà, in caso l’ospedale lo permetta potrà alternarsi con il papà e offrirà alla mamma varie tecniche per aiutarla a gestire il dolore (massaggio, rilassamento, ecc.).

 

4- Chiedi alla tua ostetrica di essere presente

Se sei seguita da un'ostetrica, puoi chiederle se è possibile che sia presente il giorno del parto. Hai costruito un rapporto di fiducia, ti fidi di lei, questa presenza familiare può rassicurarti, inoltre conoscerà bene le tue aspettative e le tue scelte e potrà aiutarti ad arrivare fino in fondo.

 

5- Preparazione al parto

I corsi di preparazione al parto ti saranno di grande aiuto, non trascurarli. Il modo migliore per affrontare il dolore è conoscerlo prima, sapere cos'è una contrazione, quindi non devi averne paura. Durante il corso ti verranno anche insegnati diversi esercizi per rilassarti che ti aiuteranno a gestire il dolore. Alcuni esercizi consentono ai coniugi di non essere più un semplice spettatore, ma un attore a tutti gli effetti durante il parto. Il papà può anche partecipare a corsi di preparazione al parto con te!

 

6- Scegli un abbigliamento comodo per te

Opta invece per i vestiti che ti appartengono. Ovviamente vestiti comoda con abiti pratici in modo che il tuo bambino possa essere appoggiato a te subito dopo il parto e possa beneficiare della prima poppata. Si consiglia spesso una maglietta ampia.

 

7- Rinvia le routine ospedaliere

Alcune routine ospedaliere arrivano ad ostacolare il primo contatto che c'è tra la mamma e il suo bambino. Se il tuo bambino non ha bisogno di cure di emergenza, chiedi di posticipare i primi esami e il primo bagnetto.

Com'è stato il tuo parto in ospedale? Scrivolo nei commenti 

Create Website with flazio.com | Free and Easy Website Builder